Che lavoro fanno i giovani d'oggi?

Che lavoro fanno i giovani d'oggi?

Cambiano i lavori intrapresi dai giovani: più tatuatori, dog sitter e party planner, meno piastrellisti e imbianchini. - Se andiamo a consultare l'ultimo studio pubblicato da Unioncamere e InfoCamere sull'evoluzione dei mestieri in Italia, scopriamo come sono cambiati le attività lavorative scelte dai giovani. Negli ultimi 5 anni, ad esempio, un gran numero di under 35 sono entrati nel mondo del lavoro aprendo attività riguardanti tatuaggi e piercing, giardinaggio o party planner. Le donne invece hanno preferito indirizzarsi su centri estetici e parrucchieri. Altro dato interessante è quello sulla diminuzione dell'interesse dei giovani per l'impresa artigiana (il settore negli ultimi cinque anni ha perso 80mila imprese), anche se - nello stesso periodo - alcune aziende della categoria sono cresciute, raggiungendo anche numeri consistenti… - Questo è quanto si legge nel sommario e nella più ampia news dell'8 settembre 2020, pubblicata da guidasicilia.it (fonte notizia).

Il nuovo 5 per mille in Gazzetta Ufficiale

Il nuovo 5 per mille in Gazzetta Ufficiale

Nella Gazzetta Ufficiale n. 231 del 17 settembre 2020 è stato pubblicato il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 23 luglio 2020 che rinnova la disciplina sulle modalità e i termini per l'accesso al riparto del cinque per mille dell'imposta sul reddito delle persone fisiche degli enti destinatari del contributo, nonché le modalità e i termini per la formazione, l'aggiornamento e la pubblicazione dell'elenco permanente degli enti iscritti e per la pubblicazione degli elenchi annuali degli enti ammessi. Cosa cambia dunque? Come ha scritto nello speciale sul 5 per mille uscito col numero di Vita magazine di giugno e col Corriere della Sera l’avvocato, esperto di Terzo settore Gabriele Sepio, «diverse le novità, molte delle quali contribuiranno a rendere più accessibile l’istituto. Una prima modifica riguarda, infatti, la platea dei soggetti ammessi al contributo, che viene decisamente ampliata rispetto al passato per effetto della riforma complessiva degli enti del Terzo settore (ETS). Tra i potenziali beneficiari del cinque per mille nella categoria degli “enti del volontariato” potranno rientrare tutti gli ETS iscritti al Registro unico del Terzo settore (RUNTS) e non più, dunque, solo Onlus, organizzazioni di volontariato, associazioni di promozione sociale e associazioni/fondazioni riconosciute che operano nei settori Onlus. In sostanza, si apriranno le porte del 5 per mille per tutti gli enti privati senza scopo di lucro che perseguono finalità solidaristiche, compresi enti filantropici, fondazioni e associazioni non riconosciute, imprese sociali e cooperative sociali… - Questo è quanto si legge nella più ampia news del 18 settembre 2020, pubblicata da vita.it (fonte notizia).

Nascono i "Blu Home", gli appartamenti didattici per l'autismo

Nascono i "Blu Home", gli appartamenti didattici per l'autismo

Aprono a Varese gli appartamenti didattici Blu Home dedicati ai bambini e ragazzi con autismo e alle loro famiglie. Il progetto, unico in Europa, attraverso un sistema di controllo audio e video, permette agli esperti del comportamento di osservare i bambini nell’interazione con i genitori e i fratelli, aiutando l’intera famiglia a sviluppare abilità e abitudini positive da mettere in pratica nella vita di tutti i giorni. Per aiutare a migliorare la qualità della vita di bambini e giovani con diagnosi di disturbi dello spettro autistico e delle loro famiglie, Fondazione Sacra Famiglia ha studiato e realizzato quattro appartamenti didattici pensati per osservarne i comportamenti quotidiani attraverso un sistema audio e video, così da poter intervenire per spezzare i comportamenti disadattivi. L’innovativo progetto didattico di abilitazione intensiva è unico in Europa ed è stato possibile grazie al sostegno di Fondazione Vodafone, Fondazione Pasquinelli, Spazio Blu e Harmonie Care… - Questo è quanto si legge nel sommario e nel più ampio articolo del 17 settembre 2020, pubblicato da vita.it (fonte notizia).

Registro Unico, decreto firmato

Registro Unico, decreto firmato

La ministra Nunzia Catalfo ha firmato il decreto attuativo del Registro unico nazionale del Terzo Settore (Runts). ll decreto verrà trasmesso alla Corte dei Conti per la registrazione, dopo la quale sarà pubblicato in Gazzetta Ufficiale… - Questo è quanto si legge nel sommario della news del 17 settembre 2020, pubblicata da vita.it (fonte notizia).

Dal 5 all'8 ottobre la quarta Scuola Mondi Migranti "RIPARTIRE". Ci si iscrive entro il 30 settembre

Dal 5 all'8 ottobre la quarta Scuola Mondi Migranti "RIPARTIRE". Ci si iscrive entro il 30 settembre

BRESCIA - Dal 5 all’8 ottobre 2020, presso il Centro Paolo VI di Brescia -Via Gezio Calini, 30- si terrà la quarta scuola Mondi Migranti “RIPARTIRE. Accoglienza e politiche migratorie oltre la pandemia”.La Scuola Mondi Migranti, giunta alla quarta edizione, si rivolge principalmente ad operatori di enti pubblici, di associazioni no profit, ricercatori, dottori e dottorandi di ricerca, insegnanti, con interessi specifici nel settore degli studi migratori.La Scuola offre, anche quest’anno, un programma variegato e ricco di spunti interdisciplinari che si focalizzerà su diversi temi, dagli scenari internazionali, alle tematiche delle politiche pubbliche, al ruolo dei media, non trascurando, ovviamente, una riflessione sull’impatto della pandemia. Le iscrizioni termineranno il 30 settembre 2020.

Giovani e lavoro, a Napoli il primo master in Italia per la formazione dello Youth Worker

Giovani e lavoro, a Napoli il primo master in Italia per la formazione dello Youth Worker

È nato a Napoli il primo percorso di alta formazione universitaria specificamente dedicato allo youthworker, l’animatore socio-educativo per i giovani considerato dall’Unione Europea tra le nuove figure professionali più importanti da incentivare e sostenere in tutti gli Stati Membri. Un compito al quale in Italia lavora l’Agenzia Nazionale per i Giovani che, per creare uno specifico percorso formativo per questa nuova figura, ha siglato lo scorso 4 agosto a Napoli un protocollo d’intesa con l’Università Suor Orsola Benincasa di Napoli, la più antica libera Università italiana, sede da oltre un secolo di percorsi di alta formazione nel settore degli studi pedagogici riconosciuti di eccellenza a livello internazionale, e la Fondazione Santobono-Pausilipon. Una scelta non casuale quella di Napoli, in un territorio ricco di associazioni impegnate da anni nel lavoro di formazione socio-educativa per i giovani anche in contesti di grande disagio sociale all’interno, per altro, di una Regione come la Campania che è stata la prima nel Mezzogiorno, nel 2016, ad avere emanato un provvedimento normativo con il quale per la prima volta vengono formalmente identificati gli youthworkers… Questo è quanto si legge nel più ampio articolo del 17 settembre 2020, pubblicato da madeinpompei.it (fonte notizia).