Pubblicato il volume “I vent’anni della legge 328 del 2000 nella Penisola. Le trasformazione del welfare locale” e scaricabile qui. #penisolasociale

Pubblicato il volume “I vent’anni della legge 328 del 2000 nella Penisola. Le trasformazione del welfare locale” e scaricabile qui. #penisolasociale

Pubblicato il volume “I vent’anni della legge 328 del 2000 nella Penisola. Le trasformazioni del welfare locale”, curato da Marco Burgalassi, docente e coordinatore del Laboratorio sulle Politiche e i Servizi Sociali-LAPSS presso il Dipartimento di Scienze della Formazione di Roma Tre, Pierciro Galeone, Direttore dell’Istituto per la finanza e l’economia locale-Ifel Fondazione Anci e Luca Pacini, Responsabile dell’Area Welfare e Immigrazione dell’Anci e Direttore di Cittalia Fondazione Anci…

Attività diverse, ecco il decreto

Attività diverse, ecco il decreto

È stato pubblicato ieri, nella Gazzetta Ufficiale n. 177 del 26 luglio 2021, l’atteso decreto interministeriale attuativo dell’art. 6 del Codice del terzo settore. Com’è noto, l’art. 6 demandava al Ministro del lavoro e delle politiche sociali la definizione per decreto (di natura regolamentare e da emanarsi di concerto con il Ministro dell’economia e delle finanze) dei “criteri e limiti” entro i quali lo svolgimento di attività “diverse” da quelle di interesse generale (di cui all’art. 5 del Codice) avrebbe dovuto essere consentito agli enti del terzo settore.

Istat, grazie alle misure di sostegno ridotte le diseguaglianze. Gli occupati sono ancora 735 mila in meno sul pre-Covid

Istat, grazie alle misure di sostegno ridotte le diseguaglianze. Gli occupati sono ancora 735 mila in meno sul pre-Covid

"Le misure straordinarie per la pandemia da Covid-19 hanno svolto un ruolo importante per alcune delle categorie più colpite dalla crisi, riducendo il rischio di povertà dei disoccupati di circa 6,9 punti percentuali, di 3,5 punti per gli inattivi e di 2,6 punti per i lavoratori autonomi". Lo scrive l'Istat, nel suo report sulla redistribuzione del reddito nel 2020. Un report che stima che "le misure straordinarie implementate nel 2020 (Reddito di emergenza, bonus per i lavoratori autonomi e bonus colf) hanno contribuito, insieme all'ampliamento nell'utilizzo di quelle già esistenti (RdC e Cig), a sostenere i redditi delle famiglie, pesantemente condizionati dalla crisi economica, riducendo la diseguaglianza, rispetto a uno scenario alternativo caratterizzato dall'assenza di tutte le misure citate. L'indice di Gini si riduce da 31,8 a 30,2 e il rischio di povertà dal 19,1 al 16,2%".

È l’ora di sperimentare nuovi paradigmi d’impresa e di management

È l’ora di sperimentare nuovi paradigmi d’impresa e di management

In questi ultimi tempi stiamo assistendo in tutto il mondo a una crescente attenzione verso nuovi paradigmi d’impresa e di management. Si moltiplicano i consessi, le normative, le best practice. In particolare, si pone l’accento sulla necessità di imprenditori e di imprese più capaci di fare impresa in modo compatibile con le esigenze della società, dell’ambiente e dell’uomo. Imprese certamente solide dal punto di vista del business e in particolare dei risultati economici, ma anche con meno esternalità negative ambientali e sociali e quindi con un maggiore impatto economico e sociale.

Sovraindebitamento: il tribunale di Agrigento presenta un vademecum per aiutare i cittadini a uscire dalla crisi

Sovraindebitamento: il tribunale di Agrigento presenta un vademecum per aiutare i cittadini a uscire dalla crisi

Un Vademecum per far conoscere ai cittadini le norme e le figure professionali più adatte a gestire le situazioni di “sovraindebitamento”. È la soluzione del tribunale di Agrigento per informare i cittadini sulla possibilità di liberarsi dal peso di situazioni fortemente debitorie e scongiurare il ricorso al mercato dell’usura. Pensato con un linguaggio semplice e diretto, il Vademecum è stato realizzato nell’ambito del progetto per “La capacitazione istituzionale dei Distretti Giudicanti della Regione Siciliana”, attuato dalla Regione Siciliana - Dipartimento formazione professionale - tramite una convenzione con FormezPA, ed è stato finanziato dal Programma Operativo FSE Sicilia 2014-2020 nell’ambito dell’Asse IV.

Impresa sociale ai fini assistenziali: si applica l’esenzione IVA?

Impresa sociale ai fini assistenziali: si applica l’esenzione IVA?

Impresa sociale ai fini assistenziali: si applica l’esenzione IVA? - L'impresa sociale disciplinata dal decreto legislativo 112/2017 è per natura un ente commerciale, seppur facente parte del terzo settore, da tale assunto nascono però interrogativi circa l'applicabilità delle normative fiscali e delle relative agevolazioni. Con la risposta all'interpello numero 475 del 2021, l'Agenzia delle Entrate ha sciolto i dubbi sull'IVA.