Raccolti a rischio senza 50mila lavoratori, servono decreto flussi e permessi di soggiorno

Raccolti a rischio senza 50mila lavoratori, servono decreto flussi e permessi di soggiorno

E’ sos raccolti nei campi italiani dove senza decreto flussi e proroga dei permessi di soggiorno rischiano di scomparire quasi 50mila lavoratori in una fase delicata della stagione a causa delle limitazioni all’arrivo di manodopera straniera ma anche delle difficoltà burocratiche che impediscono l’utilizzo di quella italiana. A lanciare l’allarme è la Coldiretti in occasione dell’atterraggio all’aeroporto di Pescara della prima task force di cittadini marocchini per lavorare nei campi delle Province di L’Aquila, Aosta, Mantova, Piacenza, Rovigo e Verona.

Una rete di 150 “imprese accoglienti” per formare i ragazzi stranieri

Una rete di 150 “imprese accoglienti” per formare i ragazzi stranieri

Una rete di 150 “imprese accoglienti” per formare i ragazzi stranieri - E’ il progetto “Saama” che a Palermo, Trapani ed Agrigento vede scendere in campo numerose imprese che hanno accettato di offrire percorsi di accompagnamento al lavoro a ragazze e ragazzi, minori o neomaggiorenni. Finora presi in carico 45 giovani.

Minori stranieri non accompagnati: fermo 1 milione di euro per i rimborsi ai tutori volontari

Minori stranieri non accompagnati: fermo 1 milione di euro per i rimborsi ai tutori volontari

La legge di bilancio 2020 stanziava 1 milione di euro l'anno per rimborsi ai tutori volontari di minori non accompagnati e alle aziende che concedono loro permessi di lavoro retribuiti. Ma dopo più di un anno manca ancora il decreto attuativo. La Garante Infanzia scrive a Lamorgese e Franco - È passato più di un anno da quando quel decreto avrebbe dovuto esserci, ma tutto tace. E quel milione di euro che ogni anno viene stanziato per qualificare l’accoglienza dei minori stranieri non accompagnati tramite i loro tutori volontari non può essere speso. Quei soldi servirebbero per rimborsi ai tutori volontari e alle aziende che concedono loro permessi di lavoro retribuiti per assisterli.

IV Rapporto sull’impresa sociale

IV Rapporto sull’impresa sociale

Pubblicato il IV Rapporto di Iris Network sullo stato dell’arte e l’evoluzione dell’impresa sociale in Italia, attraverso analisi quantitative e qualitative del fenomeno e approfondimenti su questioni di particolare rilievo. Questa edizione esamina le dimensioni e le caratteristiche del settore, il contributo alla crescita economica/occupazionale, al benessere dei destinatari dei servizi e alle politiche sociali, e la reazione alla pandemia da Covid-19. A cura di Carlo Borzaga e Marco Musella, L’impresa sociale in Italia. Identità e sviluppo in un quadro di riforma, Rapporto Iris Network.

IV Rapporto sull’impresa sociale

IV Rapporto sull’impresa sociale

Pubblicato il IV Rapporto di Iris Network sullo stato dell’arte e l’evoluzione dell’impresa sociale in Italia, attraverso analisi quantitative e qualitative del fenomeno e approfondimenti su questioni di particolare rilievo. Questa edizione esamina le dimensioni e le caratteristiche del settore, il contributo alla crescita economica/occupazionale, al benessere dei destinatari dei servizi e alle politiche sociali, e la reazione alla pandemia da Covid-19. A cura di Carlo Borzaga e Marco Musella, L’impresa sociale in Italia. Identità e sviluppo in un quadro di riforma, Rapporto Iris Network.

Estate ragazzi: il momento di partire è adesso

Estate ragazzi: il momento di partire è adesso

Servono risposte veloci, perché l’estate è domani. Lo dice anche il monitoraggio del Bando EduCare, che ha visto l'88% dei progetti ammessi fare riferimento al Terzo settore. Non è questione di chi si intesterà fette più o meno larghe di risorse ma della progettazione educativa dell'estate dei nostri ragazzi. Per essere efficaci servono tempi più rapidi, coordinamento tre le varie iniziative, attenzione alle aree più fragili (e quindi meno pronte a rispondere ai bandi). E vaccini per i giovani operatori.